Get a site

Angelo ed Eri

22 December 2005 | By benty in Senza categoria

Angelo ha 18 anni, viene da una famiglia di piccoli armatori, ha una faccia vagamente ebete, un fisico atletico, palestrato. Mentre spiego l’imperfetto noto che disegna svastiche sul libro di testo, fatto a cui attribuisco poca importanza. Alla consegna della compilation della scuola, mentre commentiamo le canzoni,  arriviamo a Bella Ciao dei Ramblers, e a quel punto Angelo esplode "Ah i partigiani, comunisti, a me mi stanno sulle palle, io sono fascista, leggo solo Hitler, mi piace Hrisi Avgì (la Forza Nuova greca ndB), sono monarchico". E ride da solo mentre lo dice. Dispiace quando i propri pregiudizi vengono puntualmente confermati, Angelo è quello che ascolta di tutto, senza capire nulla, l’altro giorno mi fa "L’hai sentito l’ultimo dei Dead kennedies? Credo si chiami California Uber Alles, è totstissimo".  Strozzarli nella culla? Lasciarli cuocere nel brodo della loro pochezza? Deglutire, inspirare e continuare facendo finta di non sentire? Comunque mi resta la soddisfazione inutile della conferma dell’equazione: destrorso = deficiente. Mi consolo così.

Eri ha sedici anni, è la mia studentessa più giovane. Voglia di studiare poca davvero, inoltre è introversa, non parla volentieri neanche per fare gli esercizi in classe, figurarsi di sè. Alla consegna della compilation della scuola le si accendono gli occhi su un paio di bossenove, sui Mano Negra e mi sembra anche su Capossela, quando spiego la storia raccontata in Ultimo amore. All’intervallo, mi parla, mi dice che lei ascolta solo Low Bop (che credo sia una specie di nuova definizione per certo hip hop lento e impegnato socialmente). Mi racconta che c’è stata una canzone degli Active Member, discreto gruppo hiphop locale, che le ha un po’ cambiato la vita: nel pezzo, che si chiama Pame (trad. Andiamo) si parla di Guantanamo, è fortemente antiamericano, lo cantano in quattro lingue, per l’italiano compare Militant A a macinare un po’ di retorica antibushiana. Eri mi fa "Fino a qualche anno fa ascoltavo solo robaccia, Sakis Despina Remos (detestabili idoli pop locali, dal successo musicale e televisivo assolutamente strabordante). Dopo quella canzone ho buttato via tutto, adesso ascolto reggae, hip hop, ma solo musica con dei testi che parlino di qualcosa, e possibilmente gruppi indipendenti. Ho cominciato ad andare ai concerti. Quelli della mia età ascoltano solo la merda che gli passa la tv. Lo sai perchè ho deciso di venire a imparare italiano? Per capire che diceva Militant A". Poi mi dice che conosce i Pitura Fresca (!?), e che fra un paio di giorni scapperà di casa per andarsene ad un festival hiphop ad Atente, con un’amica, senza dire niente ai suoi. Rientro in classe sorridendo, pervaso da un certo tepore interno, che credo sia traducibile in una flebile ma tignosa speranza in voiggiovanidoggi.

6 Comments on “Angelo ed Eri”

  1. al fascista manganellate, e lo devi bocciare, cazzu iu

    alla ragazza fai leggere qua:

    (oh tì fia ménitea da soea, faghe védar tuti che ti xe sgagiòea, so’ al parco Capèo, sempre a tracòea, el me ripien te fa goea; vèrzime co ea ciave che ti g’ha in cuor, fùmite un caneo, fame far l’amor, amor sfacià che nissuni te g’ha dà, sora g’ho un carteo co scrito ‘SO EL PIU’ BEO’: Ciuke va dee bone parché xe un furegon, mì so’ qua co Elio scavessà, e me fasso un tromboooon – Ooooooiiiiiii!)

     

  2. Destrorso=Deficiente???

    Si, cazzo!!!

    Fortuna che ci stai tu e quelli come te a riequilibrare un pò la situazione!!!

    Buon natale

     

  3. Non ho speranza nei giovani d’oggi, proprio perchè non dovrei pervadermi di tepore interno, e dovrebbe essere la normalità. E i giovani di domani saranno ancora peggio.

     

  4. ah e integro dicendo che.. l’equazione destroso = deficiente è vera, ma è ancora peggio quello che “io odio la politica” e i giovani di domani di cui dicevo prima saranno così.

     

  5. Dovevi umiliarlo in pubblica classe.

    E dare un voto cosmico alla ragazza: chiaramente dopo averla convinta ad abbandonare l’hip hop.

    😀

     

  6. … bellissimo post … sti studenti sono veramente una cosa strana, ciao collega e … un sereno natale …