Crea sito

All Posts from ottobre, 2008

Essere donna oggi

ottobre 31st, 2008 | By benty in Senza categoria | 6 Comments »

Despina non poteva assolutamente fare lezione di mercoledi’, perche’ a quell’ora quel giorno e’ l’unica possibilita’ che aveva di andare in palestra. Dunque era assolutamente irremovibile.

A sentire cio’ Katerina si e’ indignata. A ragione secondo me, poiche Despina e’ si’ una casalinga, madre di un figlio, ma ampiamente dotata di babysitter e donna delle pulizie. 

"Ma come – dice Katerina – , io mi faccio un mazzo tanto a lavorare e a correre tutta la mattina per arrivare qui (a lezione d’italiano ndB) e tu non puoi neanche considerare un altro giorno per la tua palestra?! E io? Che devo dire IO!? Ma lo sai che il martedi’ mattina e’ il giorno che mi viene a casa la donna delle pulizie?".

Sono rimasto muto intuendo una possibile escalation nella concitazione del discorso, per paura di far precipitare tutto malamente in polemica: ma comunque non capivo. Fortunatamente e’ arrivata (non richiesta) la spiegazione di Katerina. "E mica la posso lasciare a casa da sola quella, senno’ chissa’ che mi combina! Figurati, e’ albanese !" .

Assenso largamente scontato anche da parte di Sofia e Despina, con grossi cenni del capo. L’insegnante – nella fattispecie io – basito.

Poi arriva l’intervento saggio di Sofia, effettuato poggiando ostentatamente le sue borse piene di shopping made in Italy mattutino (non viene mai a lezione senza). "Sentite ragazze,  io problemi non ne faccio a nessuno, e pensate che ieri ho dovuto prima partecipare al seminario organizzato dall’istituto privato di mio figlio per i genitori sul tema COME SPIEGARE LA SESSUALITA’ AI VOSTRI PICCOLI e poi siamo dovuti partire -TUTTA LA FAMIGLIA – per seguire i sedicesimi di finale regionale under 12 di tennis di mia figlia, tornando a casa tardissimo. Anch’io vado in palestra, anch’io ho la donna delle pulizie albanese da seguire. Eppure sono riuscita a fare gli esercizi e a trovare tempo per studiare e stamattina sono qui in orario, nonstante lo shopping (ammiccando verso le borse colme ndB). Capisco che abbiamo tutte un sacco di impegni, ma bisogna cercare di venirsi incontro e trovare una soluzione che accontenti tutti".

Ma allora siete davvero il terzo mondo

ottobre 10th, 2008 | By benty in Senza categoria | 5 Comments »

In Grecia sono tutt’ora ignari dell’esistenza di Pollon.

 

Si sta come d’autunno

ottobre 3rd, 2008 | By benty in Senza categoria | 6 Comments »

Settembre in genere mi piace. C’e’ tutta la storia che si ricomincia, si spera, si progetta. E poi finisce il caldo assassino, riaprono i bar invernali, riinizia la mia agognata stagione djistica. Ottobre e’ gia’ autunno quest’anno (negli anni scorsi andavamo in maniche corte fino quasi a novembre) e un po’ mette depressione e malinconia, ma pure quello non mi dispiace. Noncisonopiulemezzestagionisignoramia.

Pero’, da quattro anni a questa parte "ho voluto la bicicletta", ovvero ho aperto la scuola. E settembre, e soprattutto le prime due settimane di ottobre, "si pedala". Ovvero questi due mesi sono ultimamente diventati sinonimo di orrenda agonia, fiato sospeso e chiappe strettissime. Ci sono le iscrizioni. C’e’ la snervante attesa al telefono e in segreteria. Resto poi appeso ai programmi, ai desideri e ai capricci dei nostri candidati studenti, fino a che non versano – tardi e malvolentieri – la fottuta prima quota dell’iscrizione. Fino a quel momento si stringe la cinghia , che i dindi dell’anno passato volgono fatalmente al termine, e – in virtu’ del nostro proclamato ateismo – si accendono ceri alle piu’ svariate divinita’. Nonc’e'piu’religionesignoramia.

Intanto ci si fanno i film sugli scenari futuri piu’ disparati, che vanno dal nero catastrofico (adesso basta, chiudo!) al roseo pallido (dai che ce la facciamo anche ‘st’anno!), si passa rapidamente dal farsi sotterrare dal panico all’esaltarsi dall’entusiasmo. Si chiama rischio d’impresa, mi hanno insegnato all’universita’, che anche qui vige il capitalismo, il libero mercato, la legge del piu’ forte, la competizione ecceteraeccetera. E noialtri non siamo ne’ Alitalia, ne’ il comune di Catania, ne’ le banche americane, purtroppo. E’ tuttounmagnamagnasignoramia.

Quindi e’ normale il saliscendi di umori nel vedere numeri di iscritti che cambiano drasticamente, nell’ascoltare le pretese piu’ assurde di professori e studenti, nel dover rispondere a tutti con un sorriso mentre non si ha ancora chiaro come si fara’ esattamente a pagare il prossimo affitto. C’e'lacrisisignoramia.

Quest’anno poi la stagione djistica mi sa che se ne va a farsi fottere, per mia pigrizia, o perche’ a trentacinque anni diventa pesante farsi il giro dei bar decenti e chiedere se cercano dj. Questo contribuisce a diminuire il fascino di questi mesi incerti. Di solito poi, verso il 10 del mese, tutto finisce, tutto si sa. Il numero di iscritti e’ pressoche’ definitivo, se c’e’ da metter dischi si mettono e il rassicurante tran tran riprende il suo piacevole giro fino all’estate. Ma i giorni immediatamente precedenti all’inizio delle lezioni sono i peggiori, quelli in cui tutto deve succedere, e l’ansia ti si mangia vivo soprattutto se non succede niente. Ecco, oggi e’ uno di quei giorni. Cosi’e'lavitasignoramia.

Da Athens a Athens

ottobre 2nd, 2008 | By benty in Senza categoria | 2 Comments »

Aggratis e rischio di non andarci !!!

Crea sito web gratis