Crea sito

All Posts from febbraio, 2006

The violence of the lambs

febbraio 28th, 2006 | By benty in Senza categoria | 10 Comments »

Manuel Agnelli degli Afterhours si fa giustizia da solo, al Fillmore. Sempre preferito i Marlene qui. Via Kay

L’eretico Giordano

febbraio 24th, 2006 | By benty in Senza categoria | 12 Comments »

Giordano è il proprietario del miglior ristorante italiano della città, l’omonima trattoria casalinga. Non ho detto il più conosciuto, il meglio arredato, il più prestigioso. Ho detto il migliore. Basta poco per capire se si tratta di ristoranti realmente italiani o brutalmente grecizzati. Uno sguardo veloce al menù: la carbonara con la panna e le celebri "tagliatelle alla bolonnaise". Se mancano questi due elementi siamo di fronte ad un vero ristorante italiano all’estero. Giordano è delle parti di Faenza e si è trasferito in Grecia diciotto anni fa, per amore di una Dimitra. Maledette greche, ci caschiamo sempre. Era il bassista dei Devils, gruppo affascinato dalle sonorità prog negli anni 70, protagonisti di brevi ma intense stagioni nelle balere dell’Emilia. Tutt’ora lui si presenta come musicista prima che come ristoratore. Soprattutto d’estate non sono rare le volte che l’orario di chiusura si estende ben oltre il consentito, i calici continuano a riempirsi e svuotarsi verticosamente, passando gradualmente dal chianti alla grappa, discettando dei massimi sistemi a partire dalle linguine ai frutti di mare. E’ allora che Giordano imbraccia una chitarra e si tira davvero tardi fra blues improvvisati e misconosciuti brani della PFM. Fra i suoi leggendari slogan "Io non faccio la panna cotta, è banale". Mi raccontava che qualche settimana fa si sono presentati in pompa magna gli Azzurri nel mondo, purulenta propaggine estera di Forza Italia, col solito seguito di leccaculo, nani e ballerine. Col solito fare tracotante, che spesso e volentieri i luoghi comuni ci hanno un perchè. Infastidito dai modi arroganti, e quando gli hanno spiegato di chi si trattava Giordano si è presentato. Inoltre ha chiarito che "Questo locale è di stampo fortemente socialista, mio nonno ha combattuto i fascisti come voi sulle montagne, mio padre era comunista, pure le mie tagliatelle sono bolsceviche. Se volete stare bene e mangiare discretamente siete nel posto giusto, ma non pensate di venire qui e fare il cazzo che vi pare". Finito di mangiare i forzitaliani hanno pagato, si sono dileguati a testa bassa e non si sono mai più visti.

Velleità critiche, fra Fegiz e la Lewinski

febbraio 20th, 2006 | By benty in Senza categoria | 3 Comments »

1) Esce il sette aprile "Dovessi mai svegliarmi" il secondo disco dei Numero 6, duo genovese che, se proprio dobbiamo far finta di essere dei critici musicali, potremmo definire orientati verso un rock melodico di matrice indipendente. Neanche Luzzato fegiz, sarebbe arrivato a tanto, lo so. Disponibile per il download il brano Verso Casa . Non facciamo i furbetti e ci atteniamo a questo che finora è l’unico pezzo del nuovo disco che abbiamo avuto l’opportunità di ascoltare. Se mi permettete di riluzzatofegizzarmi si distinguono sonorità screziate di elettronica e testi sospesi a metà fra scanzonata attitudine e riflessione esistenziale. Un estratto per darvi una idea

…la mia pazienza non ha vita lunga,
ne ho abbastanza di
‘sti trenta stronzi che si osservano fra loro
senza mai rivolgere uno sguardo
a chi per sbaglio questa sera sta
sudando sopra il palco…

Noi non vogliamo essere come i trenta stronzi sotto il palco che non rivolgono sguardi, ma vogliamo rivolgere attenzioni ad una inziativa meritevolissima che sceglie i blog come mezzo di difusione primario, e che includerà anche lavori inediti di scrittori italiani fra cui Marco Mancassola, Paolo Nori, Gianluca Morozzi, Marco Missiroli, Valeria Parrella. Per un giudizio complessivo e definitivo attendiamo ovviamente l’uscita dell’album. Se tanto mi dà tanto vale la pena aspettare quella che potrebbe essere la nuova sorpresa dell’indie italiano per il 2006. Voi potreste dirmi ma che te ne frega a te che te ne stai in Grecia al sole (si, c’è il sole qui) delle produzioni italiane, ascoltati il sirtaki che è meglio. Io vi dico: zitti delinquenti, scaricate la canzone e ringraziate mio fratello che si sbatte per i nuovi dioscuri (cfr Gianni Brera) dell’indie italiota (che poi magari tifano Genoa e quindi a ‘sto punto mi vogliono uccidere)

2) Parte un nuovo mailorder iperspecializzato ispirato all’etica do it yourself, This is our diet . Garantiscono e gestiscono con entusiasmo Jukka e Corrado dei Giardini di Mirò . La nobile iniziativa si pone l’obiettivo di rendere raggiungibili in Italia materiali sonori altrimenti di difficile reperibilità. Voi direte, ma a te che te ne stai in Grecia che cacchio te ne frega? Comprati i cd di Theodorakis e non ci scocciare, penserete. Io vi dico: muti malfattori, e buttateci un occhio che ci sono già parecchie cose appetitose da accaparrarsi, tipo Pillow, Tellaro e golosi sette pollici dei GdM stessi.

3) Salvatore non demorde. Aveva provato ad aggregare i blog musicali italiani sotto i colori uniti di music blog aggregator, che purtroppo non ebbe le giusta fortuna che una tale inziativa meritava. Ma senza cambiare altro che il titolo, ora torna alla carica, e si propone di raggiungere le stesse finalità con i I am rock. Il sito vuole raccogliere recensioni musicali, punti di vista utili più che mai nell’orgia di musica in cui si affoga in questi giorni. Riprendo dalla home del sito. "Benvenuto su I-am-rock.com, il punto di contatto della comunità di siti di contenuto musicale. Se hai un sito internet e delle opinioni su dei dischi, regìstrati e comunica: è un modo per accrescere la tua e la nostra conoscenza." Dateci una letta, nonostante rischiate prima o poi di imbattervi anche in qualche cavolata scritta dal sottoscritto, non vi scoraggiate. Potreste dirmi, ma perchè non te la smetti di infestare la rete con le tue zozzerie e te ne vai a mangiare Moussakà. Intanto siete degli ignoranti, perchè si fa con le melanzane e non è stagione. E poi vi dico zitti ribaldi, e supportate.

Tags:

Watergate allo tsatsiki

febbraio 9th, 2006 | By benty in Senza categoria | 8 Comments »

Intricata storia greca di intercettazioni ai telefoni dei vips (politici fra cui il primo ministro), discredito a valanghe sulla Vodafone collusa con fantomatici mandanti, sempiterni sospetti sui sempre invisi americani (e sugli inglesi). Sembra ci sia di mezzo pure un suicidio sospetto. E dire che non hanno nemmeno le elezioni vicine. Certo, in confronto alle nostre Ustiche restano sempre dei pivellini.

Tags:

Concerti che mi perdero’

febbraio 6th, 2006 | By benty in Senza categoria | 10 Comments »

Sabato prossimo vengono i Liars. Poi tocchera’ di nuovo ai Violent Femmes, ai Sister of Mercy, agli Echo and the Bunnymen, si parla con insistenza anche di Xiu Xiu, Cat Power e altri due o tre gruppi che non ricordo. Forse gli Art Brut a maggio, ma sempre ad Atene. Confermatissimi per i primi di agosto i Depeche Mode, qui idolatrati – Salonicco vanta peraltro il fan club piu’ grande d’Europa – che in quel di Atene si esibiranno davanti a chi avra’ voglia di pagare 65 euro di biglietto. Molti da qui se ne andranno a vederli a Sofia: stessa distanza della capitale e biglietto a 25 euro. Questa categoria dovrebbe essere ribattezzata assenzialismi. Ricordo a chi si domandasse dell’utilita’ di questi post, che lo scopo della lista di concerti che non vedro’ e’ per il sottoscritto quello di tenere a mente tutti i concerti persi e rifarsi in estate con qualche megafestivalone.

update. forse fra quelli che mi concedero’ potrebbero esserci addirittura i TV Personalities. fingers crossed

Crea sito web gratis