Get a site

Pochi minuti dopo dal ponte della nave

22 July 2003 | By benty in Senza categoria

Ovviamente è arrivata la legittima proprietaria del posto che abusivamente occupavo. Gentilissima mi ha informato che il posto era suo. Ho sorriso, impacchettato le mie 4 cose e mi sono tolto dai coglioni. Io queste traversate le affronto raramente d’estate, la nave è sempre vuota e mi metto dove capita quando ci sono un sacco di posti liberi. Oggi no. Mi sono allora diretto verso il posto in corridoio che occupavo prima. Ci ho trovato una bambina che mi ha timidamente informato che i posti erano occupati. " Tutti e due ? ", ho chiesto con tutta la poca grazia di cui potevo essere capace. "Si" , mi dice lei dall’alto dei suoi sei anni scarsi. Io non ho mai avuto nulla contro le violenze sui bambini, ma molto civilmente mi sono tolto dai coglioni, di nuovo. Mi sono diretto fuori dall’elegante salone, la mia carta di imbarco dice deck = ponte, quindi zitto e pedalare. Almeno da qui cacciare non mi possono. Mi appresto a passare la notte all’aperto, ovviamente senza sacco a pelo, in pantaloncini e tshirt. Freddo non fa, ma vento e umidità se Dio vuole non mancano. Inoltre c’è il sempre più numeroso gruppo di napoletani che sta dando fondo al repertorio di Pino Daniele.Poi dicono che è uno stereotipo quello degli italiani che sono sempre con le chitarre in mano cantare e gli spaghetti in bocca. Il capitano Corelli era solo un film verità, altrochè.Credo che comunque fra poco andrò a chiedere loro ospitalità e del vino. Mia madre direbbe : ma non sei tu quello a cui piace viaggiare ? Si madre , ma non so ancora per quanto.

Comments are closed.